Il cappellaio matto

il cappellaio matto,alice nel paese delle meraviglie,olgiate comasco,adelinda allegretti,rusp@ pittore, gianni ruspaggiari,mostra d'arte,pittura internazionale,pittori internazionali,ruspapittore

Opera ad olio su tela di Rusp@ esposta nella mostra “Alice nel paese delle meraviglie”.

 Olgiate Comasco dal 7 al 21 Aprile nel Centro Congressi Medioevo.

 

 

 

Breve presentazione della mia ricerca per realizzare il dipinto.

 

Dal libro di Lewis Carrol:    Cappellaio fallito, dedito solo a gozzovigliare e ad ammazzare il tempo che per lui e i suoi compagni si fermò alle cinque, nella perenne ora del tè. Il cappellaio indossa un grande cilindro con l’etichetta  in this style 10/6; l’etichetta indica il prezzo del cappello 10 scellini e 6 pence  (mezza ghinea).

 

Dal punto di vista culturale, il bizzarro comportamento del cappellaio matto si può ricondurre ai composti del mercurio che i cappellai del XIX secolo utilizzavano per la fabbricazione di cappelli di feltro. I sintomi del mercurialismo possono essere infatti turbe della personalità, irritabilità, depressione e nervosismo.

 

 Rusp@ Gianni Ruspaggiari

 

 

 

Il cappellaio mattoultima modifica: 2013-04-04T09:06:00+02:00da ruspapittore
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento