Il mio viaggio nel Delta del Po

Per cinque giorni, da solo con una tenda, non servendomi di nessun confort e mangiando pane e acqua, ho camminato per Kilometri sui sentieri del Delta del Po nel Polesine e a Scardovari. Il mare, nelle sue mareggiate, getta sulle spiagge tutto ciò che riceve dal Po, prevalentemente tronchi di alberi giganteschi e legname, che aumenta di volta in volta fino ad accatastarsi per decine di metri o  formare grandi fiumi di legname. Ci sono paesaggi verdissimi  che suscitano forti emozioni, molto suggestivi i capanni dei pescatori. Per non parlare poi della fauna che è semplicemente meravigliosa che non vedevo da tempo. Anche per questo il Delta è patrimonio dell’umanità. Un’esperienza indimenticabile, un poco avventata per una persona da sola, ma utile. 

Rusp@ pittore.

 

il fiume di legno.jpg

Il fiume di legno (così l’ho chiamato io).  Fotografia di Rusp@ pittore

risaia.jpg

Fotografia di Rusp@ pittore

Il mio viaggio nel Delta del Poultima modifica: 2012-04-30T10:54:00+02:00da ruspapittore
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento