Due opere di Rusp@ nel Museo Archeologico di Brescello

Il pittore di Castelnovo di Sotto Rusp@, dopo la mostra personale allestita nel Museo Guareschi di Brescello, ha donato due opere in segno di gratitudine. Ora le opere sono esposte in permanenza nel Museo Archeologico di Brescello R.E. al primo piano al termine della scalinata.

brescello museo archeologico

Didascalia delle opere:

Greenhouse – olio su tela – cm. 100 x 80.    3D – pittura digitale su tela – cm. 93 x 75.

Guastalla Palazzo Ducale

palazzo ducale guastalla

Rusp@: Visioni pittoriche tra surrealismo e contemporaneità.

Una sequenza ritmica di esili profili architettonici verticali, leggermente curvati, quasi alla ricerca di un abbraccio tra forme artificiali e spazi naturali; il tutto avvolto da una poesia silenziosa espressa in una fantastica policromia di immagini surreali. Rusp@ attraverso il suo linguaggio espressivo ci riporta alle relazioni tra “corpi materici” che sono l’atto fondativo della costruzione e i nostri luoghi. Un remake di stratificazioni prospettiche come nella pittura trecentesca di Giotto nella quale le architetture verticali sono rappresentate attraverso piani e superfici policromatiche in relazione tra di loro. La costruzione di un luogo quindi non solo come spazio fisico ma come rappresentazione dei valori della vita. Architetture che sembrano danzare sulle onde di un intenso mare blu fino a perdersi all’orizzonte in un cielo terso azzurro quasi ad evocare i “blu” della pittura di Piero della Francesca. Il fondo delle sue opere pittoriche, quasi sempre di colore azzurro-blu, diventa un luogo senza identità, senza memoria, senza riferimenti riconducibili a uno specifico contesto; quasi per cancellare qualsiasi forma iconica che ci riporta ad un luogo con una specifica identità. Ed è per questi aspetti che possiamo parlare di espressioni pittoriche surreali, tra sogno ed evocazione, tra desiderio ed attesa, tra spazio e tempo.

Una pittura “visionaria” che sconfina tra le simbologie e le allusioni di una pittura primordiale che rappresenta i luoghi in forme fiabesche e oniriche come nella pittura quattro-cinquecentesca di Bosch e come nella pittura espressionista-naifs di Rovesti e Colombo che ritrae il mondo magico e arcaico della cultura contadina. La figura umana è quasi sempre rivolta verso una visione prospettica e irreale di un paesaggio, tra un possibile sogno e visioni fantastiche alla ricerca di un luogo nel quale ritrovare il piacere del vivere contemporaneo. Un luogo che si esprime in pittura attraverso relazioni tra elementi artificiali e naturali, il tutto rappresentato da “forme fuori scala”. E’ attraverso l’uso di colori primari, accesi, per le forme artificiali e dei colori tenui per le forme naturali che Rusp@ cerca di costruire una nuova figurazione come relazione tra le opere dell’uomo e la bellezza della natura. Un piccolo manifesto di una nuova realtà urbana. Nelle sue opere pittoriche ritroviamo infinite scene della quotidianità che lui rappresenta sempre con situazioni di “eccezione” quasi mai riproducendo scenografie ordinarie ma attraverso la relazione tra i personaggi e il luogo per un infinito viaggio virtuale come desiderio interiore dell’artista a espressione dei contenuti della sua pittura. Schegge di vita urbana, figure senza volti, paesaggi irreali e architetture che si piegano dal cielo fino a terra cercando un’emulazione o meglio una simbiosi con le forme naturali. Immagini segmentate, contrastate da infinite forme lessicali e informali con intensi cromatismi  per rappresentare un possibile mondo attraverso l’uso della pittura. Una  distorsione di forme che raggiunge il suo apice nell’utilizzo del computer per l’esecuzione delle sue opere pittoriche per una visione complessiva tra immagini optical e iper-futuristiche a definizione di mondi interplanetari.

C’è sempre nel lavoro di Rusp@ un luogo fantastico nel quale ritrovare il piacere del vivere contemporaneo che oggi sembra essere assente. Immagini silenziose nelle quali ritrovare quella magia che permette all’artista di realizzare uno specifico e autonomo processo creativo. Virginia Wolf ci ricorda che l’arte non è il bello ma il vedere le cose in modo diverso; un modo differente che sta alla base di tutta la ricerca pittorica di Rusp@ attraverso l’espressione di un fantastico mondo…….. tra realtà e fantasia.

 

Sergio Zanichelli

 

 

 

Guastalla Palazzo Ducale mostra Rusp@

Palazzo Ducale di Guastalla.  Il Comune e la Pro Loco di Guastalla ospitano nelle meravigliose sale del Palazzo Ducale in via Gonzaga, la mostra personale del pittore Rusp@ dal titolo: “Rusp@ visioni pittoriche tra surrealismo e contemporaneità”. Presentazione Critica a cura di Sergio Zanichelli e Angelo Leidi. Dal 12 al 28 Marzo 2016. Inaugurazione Sabato 12 Marzo alle ore 17,30.

manifesto 100 x 70

L’effetto serra

effetto serra 2008 

Effetto serra 2008 – opera di Rusp@ – olio su tela – cm. 80 x 100 – Anno 2008.

Il caseggiato dopo essere stato abbandonato causa acqua alta, viene ripreso dall’uomo per farne un luogo di svago.

Spazio Rusp@ a FestaReggio

Rusp@ pittore a FestaReggio 2014.  

L’opera “Elevation” (nell’immagine sotto riportata) sarà a Festa Reggio dal 21 Agosto al 3 Settembre (zona Campo Volo R.E.),  poi verrà spostata  nella Scuola Primaria di Bagnolo in Piano e sarà visibile dal 6 al 9 Settembre. Nello stand l’opera sarà sostituita con altre quattro opere. La mostra continua fino alla fine della FestaReggio il 14 Settembre.

festa reggio stand

A Festa Reggio l’opera di Rusp@ “Elevation”

Rusp@ pittore in Castelnovo di Sotto presenta a Festa Reggio l’opera Elevation (Quadruple Venetian), quattro opere indipendenti una dall’altra che insieme ne formano una sola. E’ un’opera di grandi dimensioni (cm. 240 x 200), eseguita in 8 mesi di lavoro (circa 700 ore) con la  tecnica tradizionale  dell’olio su tela.

Elevation.  Quadruple  Venetian

Rusp@ che dipinge Venezia da moltissimi anni,  nell’opera Elevation tocca un tema attuale della Città, quello dell’acqua sempre più alta. Infatti la sua Venezia si denuda della sua veste romantica e cerca di sensibilizzare istituzioni e singoli individui a difendere un patrimonio storico naturalistico del genere umano.

L’opera sarà a Festa Reggio dal 21 Agosto al 3 Settembre (zona Campo Volo R.E.),  poi verrà spostata  nella Scuola Primaria di Bagnolo in Piano in occasione della Fiera di Settembre.

A Festa Reggio sarà esposta nel Padiglione di Angolo Arte di fianco alla Libreria. Gli orari sono gli stessi di Festa Reggio 2014.

Rusp@ a FestaReggio 2014

Anche quest’anno Rusp@ sarà presente in uno stand personale a FestaReggio 2014. Partecipa con Angolo Arte di Correggio. La mostra con numerosi artisti Emiliani sarà allestita nel Padiglione dell’arte di fianco alla Libreria della Festa. I giorni e gli orari saranno gli stessi di FestaReggio. Zona Campo volo  di Reggio Emilia.   Di sotto la locandina personalizzata da Rusp@.

locandina Festa Reggio  on line

Arte da viaggio a Firenze

Simultanea Spazi d’arte Firenze


Arte da Viaggio  Travelling Art   http://simultaneaspazidarte.blogspot.it/
 
10-30 luglio 2014    July 10 to 30
 
Opening giovedì 10 ore 18.00    Thursday, July 10th at 6:00 PM
 
40 Artisti con opere da mettere in valigia…
40 Artists with small works to be packed…
 
Sotto l’immagine di una delle 5 opere di Rusp@ esposte nella mostra
 
effervescenza
Effervescenza – olio su tela – cm. 30 x 30 – Anno 2014